Hotel Bice

Senigallia cartoline

Black and white, sepia and vivid colo

Proposed by Andrea Brunetti e

   Il fenomeno della cartolina postale illustrata esplose nel 1900 con l’Esposizione Universale di Parigi. Veniva acquistata come souvenir, inviata come piccolo regalo, usata da chi poteva permettersi viaggi e vacanze. La cartolina ha fatto la storia della carta e della comunicazione: grazie ad essa si sono scambiati saluti e pensieri amici, familiari e amanti. Spedire una cartolina è un gesto d’affetto che sa di nostalgia, curiosità, condivisione, fascino senza tempo. La bellezza del supporto in cartoncino, l’immagine che ritrae i luoghi delle vacanze, lo spazio ridotto per le parole, l’intimità della scrittura a mano, hanno oggi ceduto il posto a sms e a messaggi digitati sul cellulare, lasciando alla cartolina quello di un vero e proprio pezzo da collezione Allestita all’ interno della Biennale di Fotografia, è ospitata dallo storico Albergo Bice, questa piccola esposizione di cartoline ritrae gli scorci di Senigallia dal 1910 al 1990.

Senigallia cartoline

Animated by Camillo Nardini

A lunch and after lunch at Albergo Bice, with a workshop animated by Professore Nardini, how to write postcards in the elegant latin language.

 

Viviamo, mia Lesbia, e amiamo

e ogni mormorio perfido dei vecchi

valga per noi la più vile moneta.

Il giorno può morire e poi risorgere,

ma quando muore il nostro breve giorno,

una notte infinita dormiremo.

Tu dammi mille baci, e quindi cento,

poi dammene altri mille, e quindi cento,

quindi mille continui, e quindi cento.

E quando poi saranno mille e mille

nasconderemo il loro vero numero,

che non getti il malocchio l’invidioso

per un numero di baci così alto.

(Catullus)